I RUSSI SONO MATTI

Un viaggio sentimentale nella letteratura russa

presentazione del libro di e con PAOLO NORI edito da UTET
con Mattia de Bernardis  

Paolo Nori ha cominciato a studiare russo nell’autunno del 1988, a venticinque anni, ed è arrivato in Russia nel 1991 quando era ancora Unione Sovietica. Ha vissuto a Mosca gli anni tumultuosi della fine di quell’impero, sotto il coprifuoco seguito alla rivoluzione del 1993, in mezzo ai cittadini che facevano la fila per comprare il pane e la carta igienica, quando si trovavano. Ha vissuto tutto il fermento culturale di quegli anni di rimescolamento, ha percorso tutta Transiberiana da Mosca a Vladivostok, ha fatto in tempo a dormire tra i banchi del settore libri antichi della biblioteca di San Pietroburgo e a vedere la piazza del Fieno di Dostoevskij distrutta dai nuovi ricchi.
Nella sua lunga frequentazione del più grande paese del mondo, ha nutrito il suo amore di continue scoperte sulla lingua e sulla letteratura russa e in questo libro, da abile narratore qual è, porta i lettori a spasso nella più bella letteratura del mondo attraverso i ritratti dei suoi autori più significativi.