India Mon Amour

L’India è un grande enigma, poliedrico e multidimensionale Paese con montagne innevate e spiagge, templi silenziosi e feste esuberanti, villaggi illuminati dalle lanterne e città che dominano il mondo del software.
Sinonimo di spiritualità ancestrale, il subcontinente è anche letteratura, cibo, architettura, mix di culture.
Per scoprire il suo volto più autentico, sono in programma tre incontri nell’autunno 2016 e un viaggio a gennaio 2017, in cui stravolgere luoghi comuni e imparare a orientarsi fra contraddizioni apparentemente inconciliabili.

Modera tutti gli incontri il curatore Gianni Pellegrini, docente di Filosofie e religioni dell’India e dell’Asia centrale Università di Torino.

in collaborazione con MAO Museo di Arte Orientale

incontri riservati:
– Amici di Torino Spiritualità
– Carta Plus
– Carta Smart
(le carte sono sottoscrivibili il giorno stesso dell’appuntamento)

 

gli incontri

mercoledì 26 ottobre ore 18 | MAO
Viandanti, turisti e pellegrini
Dal viaggio sacro al turismo di massa, l’India è sempre stata meta di donne e uomini con obiettivi molto differenti. Per orientarsi, il primo passo è chiarire concetti chiave come «spazio sacro», «pellegrinaggio», «divinità».
Al termine, visita guidata da Claudia Ramasso, conservatrice per l’Asia meridionale del MAO

mercoledì 9 novembre ore 18
Diari del Gange
con Federico Squarcini, docente di Filosofie e religioni dell’India Università Ca’ Foscari di Venezia
Il percorso narrativo ricostruisce gli sguardi di scrittori e viaggiatori sui molteplici volti dell’India, dall’antichità a oggi. Oggetto di lettura e commento sono brani di studiosi occidentali che, da Plinio a Pasolini, l’hanno ritratta usando le proprie categorie culturali, geografiche e storiche.

mercoledì 30 novembre ore 18
Assaggi in India
con i monaci del Gitananda Ashram di Altare (Savona)
Tutti i riti indiani e i momenti di aggregazione sociale terminano con un bacchetto, culminando quindi in una convivialità che acquista valenza sacra. Dopo una presentazione teorica sul cibo, ci si focalizza sulle ritualità a esso connesse e sulle antiche speculazioni dottrinali e mediche.
Al termine, piccoli assaggi di merenda tipica

 

 

il viaggio

da lunedì 16 a domenica 29 gennaio 2017

La prima tappa del viaggio è la porta che nel 1639 la Compagnia delle Indie ha fondato come ingresso per l’India meridionale. Parte dunque simbolicamente da Chennai il percorso che, seguendo una linea immaginaria Tamil Nadu – Kerala – Maharastra, ha come obiettivo lasciarsi rapire da luoghi carichi di spiritualità e di storia.
Guida il gruppo Gianni Pellegrini, docente di Filosofie e religioni dell’India e dell’Asia Centrale, Università di Torino.Ha compiuto gli studi di specializzazione presso la Sampurnanad Sanskrit University di Varanasi, città in cui ha vissuto per 16 anni.

→ 1.giorno, lunedì 16 gennaio | Torino/Milano Malpensa/Abu Dhabi/Chennai
→ 2.giorno, martedì 17 gennaio | Chennai
→ 3.giorno, mercoledì 18 gennaio | Chennai/Kanchipuram/Mahabalipuram
→ 4.giorno, giovedì 19 gennaio | Mahabalipuram/Pondichery
→ 5.giorno, venerdì 20 gennaio | Pondichery/Chidambram/Gangaikonda/Kumbakonam
→ 6.giorno, sabato 21 gennaio | Kumbakonam/Tanjore/Trichy
→ 7.giorno, domenica 22 gennaio | Trichy/Madurai
→ 8.giorno, lunedì 23 gennaio | Madurai/Periyar
→ 9.giorno, martedì 24 gennaio | Periyar/Aleppey
→ 10.giorno, mercoledì 25 gennaio | Aleppey/Cochin(volo)/Mumbai
→ 11.giorno, giovedì 26 gennaio | Mumbai/Aurangabad
→ 12.giorno, venerdì 27 gennaio | Aurangabad/grotte di Ajanta
→ 13.giorno, sabato 28 gennaio | Aurangabad/Mumbai (volo)
→ 14.giorno, domenica 29 gennaio | Mumbai/Abu Dhabi
→ 15.giorno, lunedì 30 gennaio | Abu Dhabi/Milano Malpensa/Torino

Quota € 3.375
Il viaggio è effettuato in base alle adesioni ricevute entro lunedì 31 ottobre con caparra di € 800, restituita in caso di annullamento. Saldo entro sabato 17 dicembre 2016.

organizzazione tecnica a cura di CTC – Compagnia di Turismo e Cultura

QUI programma completo giorno per giorno e info su documenti/hotel/specifiche quota