Mi chiamo Lucy Barton

mercoledì 25 maggio ore 18.30

presentazione del libro di e con Elizabeth Strout edito da Einaudi
con Susanna Basso, traduttrice

Una stanza d’ospedale nel cuore di Manhattan, cinque notti, due donne, un flusso di parole che cancella il tempo. La scrittrice statunitense premio Pulitzer 2009 (con Olive Kitteridge, Fazi), capace come sempre di indagare in profondità nell’animo umano, regala ai lettori un raffinato romanzo sulla cosa piú antica, pericolosa e struggente: l’amore fra una madre e una figlia.

 

foto Leonardo Cendamo