i giovedì 4-11-18-25/11 ore 18-19
gruppo di lettura con Matteo Stefani
aspettando Festival del Classico (2-5/12)

Quali erano gli atteggiamenti di Greci e Romani nei confronti degli schiavi? Benché la legittimità dell’istituto della schiavitù non venga mai messa in dubbio, nella letteratura classica l’idea dello schiavo come essere inferiore, per natura e per legge sottomesso all’uomo libero, coesiste con la percezione di una comune umanità che unisce schiavi e liberi e ne annulla la differenza dal punto di vista morale. La contraddizione tra queste due posizioni evidenzia la polifonia delle voci antiche che ancora oggi ci parlano dei grandi temi della libertà e della schiavitù, spingendoci a riflettere sulla qualità dei rapporti che ci legano agli altri. Esploriamo il tema a partire da un’antologia di testi di Aristotele (IV sec. a.C.) e Seneca (I sec. d.C.).

> è online
> puoi comprarlo in Accoglienza o, a breve, su shop.circololettori.it
> abbonamento 4 incontri € 20