Candido

Storie disincantate di un rider dal futuro

presentazione del libro di e con Guido Maria Brera con I Diavoli
edito da La Nave di Teseo
con Massimo Giannini

incontro online disponibile qui, su circololettori.it, Facebook, Youtube

In un imminente futuro in cui la tecnologia, invece di emancipare il genere umano, ha moltiplicato lo sfruttamento e le disuguaglianze, Candido non è più il giovane ingenuo di Voltaire, ma un rider che pedala su e giù per la città al soldo dei colossi del delivery, fra palazzi con facciate tappezzate dal mantra “Tutto va bene”.
A poco a poco, scontrandosi con la dura realtà, esplode la rabbia di chi capisce di essere solo un minuscolo ingranaggio di una società al collasso, in cui solo i più ricchi sopravvivono.
Guido Maria Brera e il collettivo I Diavoli danno vita a una storia che ribalta l’entusiasmo di chi crede ciecamente nella tecnologia, mostra le contraddizioni del capitalismo e racconta il florido avvenire che poteva essere e, a quanto pare, non è

 

il libro

Un imminente futuro fa da cornice a un mondo nel quale la tecnologia, invece di emancipare il genere umano, ha moltiplicato lo sfruttamento e le disuguaglianze sociali a livello esponenziale, arrivando a esercitare un controllo asfissiante sull’esistenza delle persone. Candido non è più il giovane ingenuo del capolavoro filosofico di Voltaire, ma un rider che, per guadagnarsi da vivere, pedala senza sosta su e giù per la città al soldo dei colossi del delivery. Un misterioso algoritmo, che tutto sorveglia e tutto stabilisce, è il sovrano indiscusso, sostenuto con forza da un novello Pangloss che appare come un ologramma sulle facciate dei palazzi, ripetendo in ogni angolo della città il potente mantra: “Tutto va bene”.
Ben presto però l’ottimismo di Candido si affievolisce, scontrandosi con la dura realtà quotidiana: un lavoro sfiancante e uno stipendio che non basta mai, una madre di cui occuparsi e una casa che cade a pezzi, un amore virtuale che non può dargli ciò che lui davvero desidera. Una serie di tragicomici eventi fa maturare in lui il disincanto, finché esplode la rabbia di chi si accorge di essere solo la minuscola parte di un ingranaggio di una società al collasso, nella quale solo i più ricchi possono sopravvivere.
La storia di Candido – che ha ispirato un film in lavorazione coprodotto dai Diavoli – ci riguarda tutti: ribalta l’entusiasmo di chi crede ciecamente nella tecnologia, mostra le brucianti contraddizioni del capitalismo contemporaneo, e racconta il florido avvenire che poteva essere e, a quanto pare, non è.

 

Per continuare a offrire cultura,
tutti i giorni, per tutt*,

abbiamo bisogno anche di te.
Dona al Circolo dei lettori!