Chi salva una vita, salva il mondo intero

ResQ e i Corridoi Umanitari, una sola via

Siamo la nave della società civile e insieme possiamo farcela

introduce Gian Mario Gillio, giornalista di “Riforma” e portavoce di Circolo Articolo 21 Piemonte, con Paolo Naso, coordinatore di MH – Mediterranean Hope – Fcei, Luciano Scalettari, presidente ResQ, coordina Danilo De Biasio, direttore di Festival dei diritti umani, video-messaggio di Gherardo Colombo, presidente onorario di ResQ
presentazione del libro Storia di un figlio. Andata e ritorno (Baldini+Castoldi) di Fabio Geda (presente all’incontro) e Enaiatollah Akbari, coordina e intervista con Federica Tourn, giornalista

promosso da Festival dei diritti umani, Riforma.it, Circolo Articolo 21 Piemonte, MH – Mediterranean Hope della Federazione delle chiese evangeliche in Italia

Il progetto ResQ nasce da un piccolo gruppo di amici, professionisti di varia natura che, stanchi di vedere morire migliaia di migranti nel tentativo disperato di attraversare il Mediterraneo, cercando per sé e per i propri figli un domani migliore, hanno deciso di rompere il muro dell’indifferenza e provare a mettersi in gioco, con un solo obiettivo chiaro: restare umani.

Corridoi Umanitari, il progetto-pilota realizzato dalla Federazione delle chiese evangeliche in Italia (Fcei), dalla Comunità di Sant’Egidio, dalla Tavola Valdese e completamente autofinanziato, ha come principali obiettivi evitare i viaggi con i barconi nel Mediterraneo, che hanno già provocato un numero altissimo di morti, tra cui molti bambini; impedire lo sfruttamento dei trafficanti di uomini che fanno affari con chi fugge dalle guerre; concedere a persone in “condizioni di vulnerabilità” (ad esempio, oltre a vittime di persecuzioni, torture e violenze, famiglie con bambini, anziani, malati, persone con disabilità) un ingresso legale sul territorio italiano con visto umanitario e la possibilità di presentare successivamente domanda di asilo.

Storia di un figlio. Andata e ritorno (Baldini+Castoldi) di Fabio Geda (presente all’incontro) e Enaiatollah Akbari
Nel mare ci sono i coccodrilli. Storia vera di Enaiatollah Akbari (Baldini+Castoldi) è il bestseller amato e letto in tutto il mondo che termina nel 2008. Con leggerezza Geda e Akbari tornano oggi in libreria per raccontare una storia pura, delicata e più che mai necessaria, in cui il dolore della perdita si mescola all’ingenua commozione di chi sopravvive. Una storia vera, che ci ricorda come su tutto vinca la solidità degli affetti, la persistenza della nostalgia e del desiderio, capace di superare le distanze.