Gli equivoci della libertà: un problema antico?

con Gennaro Carillo // storico del pensiero politico, Università di Napoli “Federico II” e Laura Pepe // storica dell’antichità, Università di Milano
nell’ambito di Festival del Classico

Il pensiero classico connette la parola «libertà» allo status di cittadino: è militanza civica, buona appartenenza alla polis. L’uomo è libero in quanto partecipa alla costituzione della comunità. Ma una libertà malintesa può diventare licenza «a fare tutto ciò che uno voglia». È il monito di Platone. Portata all’eccesso, è come il vino puro: ubriaca, disinibisce le pulsioni autodistruttive e condanna la polis alla stasis, al conflitto intestino tra le fazioni.

 


📌ingresso € 3,00 // biglietti su vivaticket.it o al Circolo
👀 per Carta Plus ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria
(011 8904401 | info@circololettori.it) fino a esaurimento posti dedicati
✏️ info su modalità ingressi qui

Come da DPCM, per entrare al Circolo e anche per accedere agli incontri, a partire dai 12 anni, è necessario essere muniti di Green Pass: mostra il QR Code digitale o cartaceo apposto sulla tua certificazione verde (il personale incaricato potrà chiederti di esibire anche un documento d’identità); la validità della certificazione sarà comprovata tramite l’App “Verifica C19”. È obbligatorio, a partire dai 6 anni, indossare la mascherina anche in sala (dispositivo medico: chirurgica o FFP2; no di stoffa).

 

 

Per continuare a offrirti cultura
tutti i giorni, per tutt*,
abbiamo bisogno anche di te.
Dona al Circolo dei lettori!