Il fuoco sotto al caffè

La storia di una famiglia piemontese conosciuta nel mondo
presentazione del libro di e con Luca Iaccarino
edito da Mondadori Electa
con Carolina Vergnano

Quella dei Vergnano è una storia che parte a metà Ottocento nelle campagne piemontesi e che intreccia la storia d’Italia, dividendosi, come tutte le saghe familiari, in mille rami. Il seme è un ragazzo di nome Domenico, che bene incarna la mitologia del “fondatore”.

✏️ la quarta di copertina
Quella dei Vergnano è una storia che parte a metà Ottocento nelle campagne piemontesi, e come tutte le saghe familiari si divide in mille rami. Il seme è un ragazzo di nome Domenico, e bene incarna la mitologia del “fondatore”: a quattordici anni acquista un carro, prende a portare gli ortaggi al mercato e riesce a mettere assieme tanti marenghi d’oro da comprare una torrefazione a Chieri, un passo da Torino. È il 1882, l’Italia è giovane e forte, il Piemonte del Risorgimento è il cuore dell’industria nascente. Quel seme diventa un albero, Domenico si fa uomo, commercia con il mondo, e da lui parte un’avventura che sa di Africa e piantagioni, di fabbriche e piroscafi: i figli sono come il padre, traversano il Novecento innalzando palazzi e costruendo scuole, producendo tessuti, utensili, compensato e, sempre, caffè. “Il fuoco sotto al caffè” è la storia di questo viaggio che intreccia la storia del nostro Paese nei momenti gloriosi e in quelli in cui tutto sembra perduto: la guerra, le crisi. Ma i rami somigliano al tronco: giovanissimi, due dei molti nipoti di Domenico – Carlo e Franco – fanno risorgere la torrefazione portandola negli anni Duemila.
Tempi nuovi in cui succedono cose nuove: l’attività si apre al mondo guidata dalla quarta generazione composta da Enrico, Pietro e Carolina, la prima donna alla guida dell’azienda. Una generazione forte e visionaria come lo era stato il nonno.

Photo by Nathan Dumlao on Unsplash


📌 ingresso libero con prenotazione obbligatoria:
clicca qui per prenotare il tuo posto

👀  se hai la Carta Io leggo di Più clicca qui
per prenotare il tuo posto nelle prime file dedicate
(acquistala sullo shop online o al Circolo)

 

Per continuare a offrirti cultura
tutti i giorni, per tutt*,
abbiamo bisogno anche di te.
Dona al Circolo dei lettori!