Shirley Jackson: un’icona da incubo

Al confine tra normalità e follia con la maestra dell’horror
con Silvia Pareschi e Simona Vinci
in collaborazione con Adelphi editore

«Finiscono con una svolta che ti porta dritto in un vicolo buio», così scriveva Shirley Jackson delle sue storie. E il vicolo buio è quello delle nostre paure, che, leggendo la musa ispiratrice di Stephen King, vengono costantemente portate in superficie, risvegliate. Silvia Pareschi e Simona Vinci, due delle sue traduttrici italiane, ci conducono alla scoperta dei generi, gli stili e le opere dell’autrice icona della fiaba gotica del XX secolo. Ripercorrendone romanzi e racconti, ci immergiamo nelle atmosfere del thriller nero e nel clima surreale e straniante di una scrittura al confine tra normalità e follia.

abbonamento 4 incontri € 30

* vuoi seguire il gruppo? acquistalo su vivaticket.it
* lo hai già acquistato? guardalo qui

 

#1 | martedì 16 marzo h 18-19
Paranoia: i racconti
con Silvia Pareschi

Leggendo i racconti inediti, ritrovati per caso, tra i più inquietanti che “la maestra di Stephen King” abbia mai scritto, esploriamo quell’angoscia che si insinua nel lettore quando intravede, e sente così forte, la presenza del Male.

#2 | martedì 23 marzo h 18-19
La ragazza scomparsa
con Simona Vinci

I tre racconti La ragazza scomparsa, Viaggio con signora e Incubo sono un concentrato di inquietudine e surrealtà: un lungo brivido percorre la schiena di chi li legge perché parola dopo parola scopre che l’orrore che sta leggendo sta capitando proprio a lui.

#3 | martedì 30 marzo h 18-19
Paranoia: il fondo Shirley Jackson
con Silvia Pareschi

Nel fondo Jackson della Biblioteca del Congresso di Washington il figlio dell’autrice ha scovato molti fogli di carta gialla, dove con l’amata Royal – inconfondibile tratto distintivo – si è dilettata sull’arte dello scrivere e sul suo rapporto con le storie.

#4 | martedì 6 aprile h 18-19
La luna di miele di Mrs. Smith
con Simona Vinci

Shirley Jackson aveva deciso di scrivere almeno mille parole al giorno. Grazie a questo impegno, per nostra fortuna, mantenuto, sono arrivati fino a noi scritti inediti, resi noti dopo la sua morte e raccolti in questo libro: commedie sur­reali, sketch stranianti, comici quadri fa­miliari e argute esplorazioni della psiche.