Un cuore in vetta

La seconda vita di una donna più forte del destino
presentazione del libro di e con Milena Béthaz
edito da Edizioni Terra Santa
con Luciano Violante e Luisa Vuillermoz, modera Davide Demichelis

Colpita da un fulmine nel 2000, l’autrice racconta di come ha saputo, nonostante i gravissimi danni fisici e psichici, reagire riconquistando la sua quotidianità, la professione di guardaparco nelle valli del Gran Paradiso e la vetta del Gran Paradiso.

✏️ la quarta di copertina
Una donna più forte del destino, un encomiabile esempio di forza di volontà, che le ha fatto meritare il titolo di Cavaliere della Repubblica Italiana dal presidente Sergio Mattarella. Milena Béthaz è una campionessa mondiale di skyrunning, quando nell’agosto del 2000, mentre è in perlustrazione come guardaparco nelle valli del Gran Paradiso, viene colpita da un fulmine che le attraversa il corpo: dall’orecchio alla punta del piede, fino a spaccare lo scarpone. Viene ritrovata il giorno successivo, in fin di vita. Seguono anni durissimi: coma, interventi, terapie, riabilitazione. I medici – in un primo momento – sostengono che le gravi menomazioni subite potranno concedere a Milena una vita poco più che vegetativa. La ragazza ha perso quasi completamente la memoria: deve reimparare a parlare, a scrivere, a muoversi, a camminare… Ma non si arrende, è una “dura” della Valgrisenche e, dopo anni di ospedali e cure, torna alla sua famiglia, agli amici, alla professione tra quelle montagne che non ha mai smesso di amare, fino all’incredibile impresa della scalata dei 4.061 metri della vetta del Gran Paradiso.
Dopo un lunghissimo recupero e una tenace lotta per riconquistare se stessa, ha scelto finalmente di raccontare tutta la sua storia.


📌 ingresso libero con prenotazione obbligatoria:
clicca qui per prenotare il tuo posto

👀  se hai la Carta Io leggo di Più clicca qui
per prenotare il tuo posto nelle prime file dedicate
(acquistala sullo shop online o al Circolo)

 

Per continuare a offrirti cultura
tutti i giorni, per tutt*,
abbiamo bisogno anche di te.
Dona al Circolo dei lettori!