Lunedì 27 settembre 2021 ricominciano quegli appuntamenti fissi settimanali che sono, da ormai quasi 15 anni, linfa vitale del Circolo.

Perché c’è ancora – se non di più – voglia di cercare insieme significati, domande, nuove amicizie e quella libertà che solo i libri regalano.

Sono 15 e quest’anno si fanno in 3! Ci sono:

💚 gli evergreen | i nostri gruppi storici che a ogni nuova stagione ci regalano argomenti, storie e spunti di riflessione diversi

🌎 i monografici | percorsi in sei puntate per approfondire gli universi letterari di un autore o un’autrice

🌈 gli extra | letteratura concentrata intorno a un tema o un titolo specifico

Come funzionano:

>> gli evergreen sono al Circolo, puoi seguirli se hai la Carta Plus, iscriviti in Accoglienza o via telefono (011 8904401) o via mail (info@circololettori.it)

>> i monografici sono online, li puoi seguire se hai la Carta Plus o se li compri in Accoglienza (se vuoi pagare via bonifico scrivi a info@circololettori.it)

>> gli extra sono online, li puoi comprare in Accoglienza o su shop.circololettori.it

 

se non hai ancora la Carta Plus,
puoi comprarla in Accoglienza o qui

sono in programma
da lunedì 27 settembre a venerdì 17 dicembre

💚GLI EVERGREEN💚
Sempre uguali, ogni stagione diversi

> sono al Circolo
> puoi seguirli se hai la Carta Plus
> iscriviti presso l’Accoglienza o via telefono (011 8904401) o via mail (info@circololettori.it)

Hispánica. Romanzo storico e identità nazionali

lunedì ore 18-19 
con José Manuel Martín Morán

L’identità di un popolo si forma anche grazie a una memoria condivisa, che deve essere creata prima e alimentata dopo. Uno degli strumenti con cui farlo è sicuramente la letteratura, che conserva il passato attraverso le parole e il racconto di vicende e personaggi in cui riconoscere il proprio dna comune. Il genere che più di ogni altro assolve tale compito è il romanzo storico,  in costante e necessario equilibrio fra realtà e invenzione. Il percorso di lettura si focalizza su quelli dell’area linguistica e semantica spagnola.

Narrare il mondo a partire dall’Africa delle donne

lunedì ore 19-20
con Vesna Scepanovic e
Irene Zagrebelsky

“… ho voglia di prendere trombe e trombette per intonare un inno alle gloriose madri Naja e Zie Ron per tutte le lotte epiche e silenziose, ma che hanno fatto sì che al di là  di tutte le disperazioni, questo continente torturato rimanga ancora il continente di tutti i doman possibili per l’umanità intera.“
Werewere Liking

Un percorso di ricerca letteraria del variegato e attivissimo panorama africano attraverso le voci e la narrativa delle scrittrici dell’Africa subsahariana, afropolitan e della diaspora. Parole che narrano il passato, il presente e i futuri immaginari, tra luoghi, storie, plurime realtà, frammenti di vita, lingue, suoni, memorie di un continente ricco di storia, arte, filosofia, attraversato dai drammi della colonizzazione, guerre, migrazioni, resistenze della società civile, lotte delle donne.
Alcuni nomi che non mancano nel nostro percorso, scritti in ordine sparso e sapendo che la lista è ancora incompleta: Werewere Liking, Sindiwe Magona, Bessie Head, Zoe Wicomb, Karen Blixen, Nadifa Mohamed, Doris Lessing, Wangari Maathai, Mariama Ba, Maaza Mengiste, Nadine Gordimer, Buchi Emecheta, Chimamanda Ngozi Adichie, Akwaeke Emezi, Yewande Omotoso, Yaa Gyasi, Maryse Condé, Ayobami Adebayo, Taiye Selasi, Ken Bugul, Igiaba Scego, Espérance Hakuzwimana Ripanti, Gabriella Ghermandi, Léonora Miano, Calixthe Beyala.

The Book Club

martedì ore 10.30-12
con Rosemary Parry Vine
a cura di WTC - International Women's Club of Torino

Come da tradizione anglofona, protagonista degli incontri è un libro in lingua diverso ogni mese, da commentare, discutere e interpretare insieme.

28/09 Orlando by Virginia Woolf | Istituto Alfieri Carrù | A funny, exuberant tale that examines the very nature of sexuality, gender, life, society and feminism.

26/10 Go Tell it on the Mountain by James Baldwin | il Circolo dei lettori | This blazing tale is full of passion and guilt, of secret sinners and prayers singing on the wind.

30/11 An American Marriage di Tayari Jones | Istituto Alfieri Carrù | Women’s Prize for Fiction, the novel focusses on the lives of a middle-class African-American couple.

English Tales

martedì ore 18-19
con Guy Watts

Per celebrare l’anniversario del Circolo e la nascita di English Tales ripercorriamo alcune tappe degli ultimi anni passati insieme, leggendo brani, articoli, racconti e romanzi come in una sorta di Greatest Hits. Protagonisti scrittori classici e descrizioni del mondo anglosassone sia di autori di lingua inglese sia di autori italiani, confronti e critica, scritti e opinioni dall’Italia e gli Italiani: tutto quello che lega il mondo di lingua inglese all’Italia e al mondo più in generale.

Leselust

martedì ore 18-19
con Isabella Amico di Meane e Alisa Matizen

Protagonista del gruppo di lettura in collaborazione con Goethe-Institut Turin e Biblioteche Civiche Torinesi è la narrativa tedesca, per condividere punti di vista e visioni.

non è necessario avere la Carta Plus
inizia il 28/09

qui programma completo
info leselust.goethetorino@gmail.com

Café Philo

martedì ore 19-20.30
con Guido Brivio

Filosofare insieme, guidati soltanto dalla libera curiosità del pensiero e ripetendo il gesto originario della filosofia del domandare e del domandarsi, ogni volta con un tema e una parola chiave diversi, dal futuro alla giustizia, dalla trasformazione al ritorno, in compagnia di Heidegger o di Plotino, di Aristotele o Spinoza.

05/10 Giuda: il processo dell’umanità, con Chiara Modica Donà dalle Rose e Davide Petrini a partire da Judas the Guess: il processo dell’umanità (Angelo Mazzotta)
12/10 Vedere il futuro, con Giulio Busi a partire da Indovinare il mondo (il Mulino)
26/10 Inferno Purgatorio Paradiso, con Giorgio Moschetti a partire da Risposta a Dante (Moretti & Vitali)

Voyage en équipage

mercoledì ore 17-18
con Roberta Sapino
(inizia il 6/10)

La vita è un viaggio: un viaggio, come insegna Céline, interamente immaginario, e proprio questa è la sua forza. Il nostro voyage en équipage ci porta alla scoperta di romanzi che raccontano l’arco di una vita, momenti di cambiamento e crescita, percorsi di formazione o, al contrario, di anti-formazione: perché nessun viaggio è mai uguale all’altro. Leggiamo pagine di autori che, come i loro personaggi, sono nel vivo del loro itinerario: romanzieri e romanziere che hanno da poco debuttato, ma le cui prime opere, tutte selezionate per il Festival du Premier Roman di Chambéry, hanno già riscosso grande successo e vinto premi importanti. Ma non solo: a vent’anni dalla pubblicazione, riscopriamo il romanzo d’esordio di un’autrice ormai affermata come Marie-Hélène Lafon, per ripercorrere i primi passi di un viaggio che l’ha portata, nel 2020, a vincere il Prix Renaudot.
Il tutto discutendo insieme (in francese, ma soprattutto: senza remore!), condividendo idee, esperienze, consigli per i prossimi viaggi letterari.
I romanzi: Adeline Dieudonné, La Vraie vie (L’Iconoclaste) | Marie-Hélène Lafon, Le Soir du chien (Buchet-Chastel) | Laurent Petitmangin, Ce qu’il faut de nuit (La Manufacture de livres) | Nicolas Rodier, Sale bourge (Flammarion)

La scuola nella polis

mercoledì ore 18-19
con Jacopo Rosatelli

Educare e istruire nella pandemia è stato difficile. La discussione su come farlo è stata intensa: al di là delle legittime controversie, è importante che la scuola sia tornata al centro dell’attenzione pubblica. Da Platone a Don Milani, da John Dewey a Carla Melazzini, un percorso di letture per riflettere sulla formazione delle giovani generazioni in un mondo in trasformazione: cosa bisogna insegnare e imparare per vivere in una società giusta, libera e democratica?

Nella Sfera. Il Mito che trasforma

mercoledì ore 19-20
con Anna Berra

Partiamo da alcune geniali intuizioni del filosofo Peter Sloterdijk sulla trasformazione dello sguardo in sangue, per proseguire sulle orme del mito e di quegli scrittori (antichi e moderni) che hanno affrontato tematiche legate al mutamento uomo/animale (dal Minotauro ai camaleontismi di Zeus, dai licantropi ai vampiri). Con il saggio dell’ornitologo Richard Prum, L’evoluzione della bellezza, che ci racconta come tra gli animali la scelta femminile del maschio è fondata sulla bellezza più che sulla forza, entriamo nel tema della sessualità umanadove il culto della metamorfosi ha prodotto negli ultimi decenni l’evoluzione sorprendente che conosciamo, dalla Body Art degli anni ’60 alle identità superfluide di oggi. Ascolteremo le voci letterarie di ermafroditi e adolescenti transgenders, da Virginia Woolf fino agli autori contemporanei.
Come da tradizione, i partecipanti al gruppo sono invitati a proporre letture (brevi) inerenti al tema, che leggiamo insieme nel corso dell’incontro.

Una misura particolare. Tra racconto e romanzo

ONLINE
giovedì ore 17-18
con Francesco Pettinari

Tra il racconto breve e il romanzo – sia pure breve – c’è uno spazio progressivo in relazione all’aumento del numero di pagine che resta appannaggio del racconto, che cresce, si sviluppa e si avvicina sempre più alla forma del romanzo, pur rimanendo racconto. Aggiungiamo anche il fatto che la dicitura anglosassone short story ci ha condizionato ancora di più in questo presupposto. Si può anche pensare a un percorso naturale – si potrebbe dire organico – della scrittura che presiede alla crescita dei testi: basti pensare alla lettura dei racconti di Čechov seguendo il percorso cronologico delle stesure, quello che ha portato il grande autore russo dai primi bozzetti di un paio di pagine a scrivere testi sempre più estesi e articolati, fino ai grandi racconti della maturità che arrivano alle cento pagine, ma restano pur sempre racconti, al pari di quelli decisamente più brevi. In questo percorso leggiamo e commentiamo una serie di racconti mettendo in evidenza le caratteristiche narrative e strutturali che li connotano come tali e quelle che già consentono di percepirli come una sorta di microromanzi.
Gli autori: Irène Némirovsky, Robert Louis Stevenson e Israel Joshua Singer.

Tempo di parole

i giovedì 30/09, 14-21/10, 4-11/11, 9-16/12 ore 10.30-12
con Marvi del Pozzo

Il gruppo di poesia si concentra su Dante, in occasione del VII centenario della morte, seguendo tre percorsi di riflessione: il Sommo artefice e padre della lingua italiana a partire dal confronto fra le Rime in volgare e analoghi componimenti di suoi contemporanei; la trasfigurazione di ambienti e personaggi virgiliani nell’Inferno come esigenza artistica o interpretazione figurata dei concetti dominanti a Firenze agli inizi del ‘300; Dante come antesignano della rivalutazione del ruolo della donna nella società.

EquiLibri d’Oriente

i venerdì 1-29/10, 12/11, 17/12 ore 18-19.30
con EquiLibri d'Oriente

 I ragazzi dell’associazione raccontano i Paesi e la storia dei popoli dall’altra parte del Mediterraneo attraverso testi antichi e contemporanei, sia di poesia sia di narrativa, appuntamenti tematici e ospiti d’eccezione, affinché ogni incontro sia una finestra aperta sulle diversità e sulle somiglianze del Vicino e Medio Oriente.

1/10 | Crescere nel bilinguismo ed essere biculturale
L’emotività attraverso approcci linguistici e cognitivi differenti, che riflettono l’identità culturale  multiforme di chi cresce mettendo a confronto pensieri, concetti e parole di tradizioni e civiltà diverse.

29/10 | La letteratura araba per l’infanzia
Un focus sulla letteratura araba moderna per l’infanzia alla conoscenza dei suoi scrittori e poeti.

12/11 | La riforma linguistica turca
La pianificazione linguistica nel caso della lingua turca e il suo ruolo nella costruzione di una nuova identità nazionale

17/12 | Siamo tutti bambini, tranne pochi
Crescita e sviluppo nel Masnavi di Mevlana Jalaluddìn Rumi.

🌎I MONOGRAFICI🌎
mondi letterari singoli, quindi universali

> sono online
> puoi seguirli se hai la Carta Plus o se li compri in Accoglienza
> se vuoi pagare via bonifico scrivi a info@circololettori.it

Natalia Ginzburg. Non perdere mai di vista la realtà del prossimo

i giovedì 30/09, 7-21-28/10, 4-11/11 ore 18-19
con Paolo Di Paolo
6 incontri € 30

A trent’anni dalla morte, il peso, la statura, la forza letteraria di Natalia Ginzburg sembrano continuare a rafforzarsi. Compagna di strada di una grande generazioni di autori e autrici einaudiani, editor dal gusto spigoloso, ha scritto romanzi e racconti con una voce che è solo sua. Una sorta di speciale cadenza, una prosa asciutta, cantilenante, attraverso cui indaga, in cinquant’anni di lavoro, i detti e i non detti della vita familiare, esplora quel lessico diventato proverbiale grazie al titolo di uno dei romanzi più fortunati. Non c’è solo la memorialista, c’è una pamphlettista coraggiosa (Le piccole virtù, Serena Cruz o della vera giustizia), la parlamentare che si preoccupa della chiarezza del linguaggio, c’è la narratrice che coglie i segni della crescita dei singoli e delle collettività, il cambiamento, il mutare dell’aria del tempo proprio osservando cosa accade nelle case e nelle stanze, nel cosiddetto privato, sempre silenziosamente infiltrato dalla storia pubblica

Bibliografia essenziale: Natalia Ginzburg, Le voci della sera, Caro Michele, La città e la casa, Le piccole virtù, Mai devi domandarmi, Serena Cruz o la vera giustizia (tutti Einaudi) | Sandra Petrignani, La corsara (Neri Pozza)

Storia e storie dell'uomo nero: la poetica di Stephen King

i mercoledì 27/10, 3-10-17-24/11, 1/12 ore 19-20
con Loredana Lipperini
6 incontri € 30

Bene e male, buoni e cattivi, martiri e carnefici, felicità e tragedia: l’anima umana è molto più complessa e ricca di sfumature di così. È un groviglio che è a volte troppo difficile da sciogliere e sempre molto complicato da raccontare. Tra i pochi che lo sanno fare, di certo c’è Stephen King, grande romanziere contemporaneo alla cui produzione narrativa è dedicato un percorso di approfondimento in sei tappe.

27/10 | Stephen King e i suoi antenati: la danza macabra della letteratura horror e gotica

3/11 | I luoghi: inventare un paese, raccontare la nazione. Da Derry e Castle Rock fino al mediomondo della Torre Nera

10/11 | La paura è una confezione di funghi: meccanismi, canoni, emozioni

17/11 | Le personagge di King: da Carrie a Lisey

27/11 | Siamo tutti Bill Tartaglia: l’infanzia in Stephen King

1/12 | Reinventare il fantasy: la Torre Nera e l’opera mondo

🌈GLI EXTRA🌈
letteratura concentrata

> sono online
> puoi comprarli in Accoglienza o, a breve, su shop.circololettori.it

Libertà del corpo, libertà dell’animo: Aristotele e Seneca sulla schiavitù

i giovedì 4-11-18-25/11 ore 18-19
con Matteo Stefani
4 incontri € 20

Quali erano gli atteggiamenti di Greci e Romani nei confronti degli schiavi? Benché la legittimità dell’istituto della schiavitù non venga mai messa in dubbio, nella letteratura classica l’idea dello schiavo come essere inferiore, per natura e per legge sottomesso all’uomo libero, coesiste con la percezione di una comune umanità che unisce schiavi e liberi e ne annulla la differenza dal punto di vista morale. La contraddizione tra queste due posizioni evidenzia la polifonia delle voci antiche che ancora oggi ci parlano dei grandi temi della libertà e della schiavitù, spingendoci a riflettere sulla qualità dei rapporti che ci legano agli altri. Esploriamo il tema a partire da un’antologia di testi di Aristotele (IV sec. a.C.) e Seneca (I sec. d.C.).

aspettando Festival del Classico (2-5/12)

a breve puoi comprarlo sul nostro shop

Tanti auguri, American Psycho!

i lunedì 22-29/11, 6-13/12 ore 19-20
con Giuseppe Culicchia
4 incontri € 20

Compie 30 anni il romanzo che più di ogni altro racconta, tra cinismo e ironia, gli Anni ‘80. Lo conosciamo tutti Patrick Bateman, bello e ricco broker di Wall Street di mattina, torturatore omicida, metodico, spietato, la notte. Quattro puntate con il traduttore italiano di Bret Easton Ellis per festeggiare l’anniversario di un ormai classico della cultura contemporanea.

22/11 | American Psycho ieri e oggi
L’attualità di un libro che è un classico contemporaneo, la ricezione all’epoca in cui venne pubblicato e il suo posto nell’immaginario odierno, all’epoca del politicamente corretto e della cancel culture.

29/11 | American Psycho e il Marchese de Sade
Ovvero l’uomo e la donna oggettificati e ridotti a merci dagli albori al trionfo del capitalismo liberista. La violenza e il sesso, un connubio volto alla spersonalizzazione e all’annichilimento dell’individuo.

6/12 | American Psycho e la comicità (ancorché sinistra)
Un aspetto che non è  stato preso in considerazione né dalla critica ufficiale né dai detrattori del romanzo.

13/12 | American Psycho e Bret Easton Ellis
Com’è cambiata nel corso del tempo la presa di posizione dell’autore nei confronti del protagonista Patrick Bateman, e com’è cambiata la sua New York.

 

a breve puoi comprarlo sul nostro shop