Il «giorno della schiavitù»: la condizione servile in Omero

con Giorgio Ieranò // grecista, Università di Trento
nell’ambito di Festival del Classico

Secondo il classicista britannico Richard C. Jebb, in Omero la schiavitù mostrava un volto «meno ripugnante» (less repulsive) rispetto alle epoche successive dell’antichità. È una riflessione condivisibile? Chi erano gli schiavi dell’Iliade e dell’Odissea? Cosa implicava quel doulion emar, quel «giorno di schiavitù» spesso evocato nei poemi omerici come la prospettiva più terribile, specie per le donne fatte prigioniere in guerra?

 


📌ingresso libero fino a esaurimento posti
👀 con la Carta Plus puoi prenotare il tuo posto in sala: acquistala sullo shop online o al Circolo

Come da DPCM, per entrare al Circolo e anche per accedere agli incontri, a partire dai 12 anni, è necessario essere muniti di Green Pass: mostra il QR Code digitale o cartaceo apposto sulla tua certificazione verde (il personale incaricato potrà chiederti di esibire anche un documento d’identità); la validità della certificazione sarà comprovata tramite l’App “Verifica C19”. È obbligatorio, a partire dai 6 anni, indossare la mascherina anche in sala (dispositivo medico: chirurgica o FFP2; no di stoffa).

 

 

Per continuare a offrirti cultura
tutti i giorni, per tutt*,
abbiamo bisogno anche di te.
Dona al Circolo dei lettori!